SISTEMI IBRIDI

Nuove soluzioni murali nella proposta ibrida Sylber









HYBRID SYSTEM E CONNECT HYBRID

L'utilizzo di fonti di energie alternative che facciano risparmiare e che "guardino" maggiormente alla tutela dell'ambiente è oramai una tendenza incontrovertibile, sempre più attuale e sentita. Sylber ha sviluppato una linea di prodotti ibridi con cui riscaldare, produrre acqua calda e raffrescare le abitazioni.

Hybrid System e Connect Hybrid sono due prodotti ibridi distinti con le stesse finalità, differiscono tra loro principalmente per la peculiarità del primo di essere allestito in un armadio tecnico ad incasso, il quale contiene il sistema ad esclusione della pompa di calore e del collettore solare.

Hybrid System è offerto in quattro versioni: 1) caldaia combinata a condensazione, pompa di calore, gruppo solare con bollitore e modulo una zona miscelata motorizzata, 2) versione 1 con modulo a due zone miscelate motorizzate; 3) caldaia combinata a condensazione, bollitore, pompa di calore e modulo a una zona miscelata motorizzata 4) versione 3 con modulo a due zone miscelate motorizzate.

Diversamente il sistema con Connect Hybrid va configurato scegliendo i singoli prodotti a disposizione, allocandoli secondo le loro caratteristiche e necessità progettuali, infatti la caldaia, fornita da esterno, può essere installata a parete o ad incasso nel proprio Guscio Condensing in luoghi parzialmente protetti.




HYBRID SYSTEM E CONNECT HYBRID

Connect Hybrid è offerto in tre versioni base: 1) gestione di una zona diretta, 2) gestione di due zone dirette e 3) gestione di una zona diretta + una miscelata motorizzata, a cui si aggiungono le varianti che il sistema componibile offre, come ad esempio la possibilità, attraverso una scheda elettronica, di interfacciarsi all'utilizzo di un impianto fotovoltaico quando disponibile.

Le soluzioni sono efficienti e flessibili in quanto sfruttano l'energia più conveniente al momento dell'utilizzo (il calore del sole è gratuito), sono affidabili perchè utilizzando più fonti energetiche il rischio di rimanere senza acqua calda è quasi inesistente.

Rispettano l'ambiente utilizzando generatori a basse emissioni, inoltre l'impiego di fonti energetiche diversificate contribuiscono a ridurre ulteriormente le quantità di emissioni nel tempo.

I sistemi sono adatti a ville di piccole e medie dimensioni o appartamenti in condomini, la collocazione all'esterno dell'armadio ad incasso Hybrid System fa si che non occupi spazi vitali, gli ingombri richiesti sono ben definiti.

Mentre il sistema Connect Hybrid da l'opportunità di separare e diversificare la collocazione dei prodotti per far fronte ad esigenze progettuali differenti.




LA DETRAZIONE FISCALE 65%
(per il risparmio energetico)

La Legge di Bilancio 2017 (Legge 11 dicembre 2016, n. 232) ha prorogato al 31 dicembre 2017 la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Da quest’anno l’ecobonus viene esteso anche all'edilizia residenziale pubblica (IACP) nonché all'acquisto, all'installazione e alla messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative.
In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:
  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre comprensive di infissi);
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

    Le detrazioni massime per tipologia di intervento, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, sono le seguenti:
    € 100.000 - riqualificazione energetica di edifici esistenti
    € 60.000
    involucro edifici esistenti (es. pareti, finestre con infissi) - installazione di pannelli solari acquisto e posa in opera delle schermature solari (dal 01.01.15)
    € 30.000
    sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale - acquisto e posa in opera di generatori a biomasse (dal 01.01.15)


  • IL CONTO TERMICO
    (Decreto 16 Febbraio 2016)

    Dal 3 gennaio 2013, data della sua entrata in vigore, il decreto sinteticamente denominato “Conto Termico”, è finalizzato a creare un meccanismo incentivante dedicato alle rinnovabili termiche, che contribuisca al raggiungimento degli obiettivi nazionali di sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica. L' obiettivo degli interventi incentivati è quello di migliorare le prestazioni energetiche sia dell’involucro edilizio che degli impianti di riscaldamento, raffrescamento ed acqua calda sanitaria in esso contenuti. Sono previsti interventi anche per gli edifici della Pubblica Amministrazione. Per gli interventi di efficienza energetica, l’incentivo è pari ad una percentuale della spesa sostenuta, con delle soglie non superabili (es. caldaie condensing max 40% della spesa).

    Per gli impianti di produzione di calore da fonti rinnovabili, l’incentivo è commisurato all’energia rinnovabile prodotta ed al risparmio energetico conseguito. L'ultima versione pubblicata del Conto Termico prevede incentivi anche per i sistemi ibridi. Esso viene erogato in cinque anni per tutti gli interventi di efficientamento energetico e per quelli di produzione di energia termica rinnovabile con potenze superiori a 35 kW termici o superiori a 50 metri quadrati lordi per il solare termico). Viceversa, per potenze inferiori a 35 kW termici (o superfici di solare termico inferiori o uguali a 50 metri quadrati lordi), l’incentivo è erogato in due anni.
    Importi fino a € 5000 vengono erogati invece entro breve tempo ed in unica soluzione.

    LA DETRAZIONE FISCALE 50%
    (Per la ristrutturazione degli immobili)

    È possibile detrarre dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) il 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2017, con un limite massimo di 96.000 euro, per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali. La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi.

    Si può ottenere la detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute per:
  • la progettazione degli interventi;
  • le prestazioni professionali richieste dalla realizzazione dei lavori;
  • la messa in regola degli edifici ai sensi del DM 37/2008 sugli impianti elettrici e della Legge 1083/1971 sugli impianti a metano;
  • l’acquisto dei materiali;
  • perizie, sopralluoghi, relazioni di conformità;
  • Iva, imposte di bollo, rilascio di autorizzazioni;
  • oneri di urbanizzazione.

  • * Il costo della chiamata da telefono fisso è di 15 centesimi di euro al minuto iva inclusa, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.30 e sabato dalle 8.00 alle 13.00. Negli altri orari e nei giorni festivi il costo è di 6 centesimi di euro al minuto iva inclusa. Per chiamate da cellulare il costo è legato all'operatore utilizzato.


    Sylber - via Risorgimento, 23A - 23900 Lecco (LC)
    P.IVA 02641790239 Copyright ©
    Design by 24 Consulting